L'attuale Istituto Tecnico Agrario Statale nasce nel 1973, per trasformazione dell'Istituto Civico Agrario di Torino in Istituto Statale. Inizialmente sede staccata dell'ITAS di Vercelli, diventa autonomo il 21/04/1978 e viene successivamente intitolato a Giovanni Dalmasso, figura insigne di studioso e professore di viticoltura presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Torino.All'atto della costituzione era sprovvisto di azienda agraria e le esercitazioni venivano fatte nell'azienda del Comune di Torino detta la "la Continassa". In seguito viene dotato di una propria azienda agraria ubicata in Strada S. Gillio n. 100 a 3,5 Km di distanza dalla Sede.

Giovanni Dalmasso nato a Castignole Lanze–Asti il 10/07/1886 e morto a Torino il 13/12/1976

Arrivò all’insegnamento alla Scuola di Conegliano l’1/11/1911 dopo aver vinto il Concorso alla cattedra di viticoltura ed enologia. Dopo l’intervallo dovuto alla prima guerra mondiale, riprese il servizio a Conegliano ed affiancò il professor Giunti nella direzione e nel lungo impegno per la rinascita della Scuola, della quale nel 1924 divenne direttore. Proseguì con energia il progetto di far sorgere una Stazione Sperimentale di Viticoltura ed Enologia (oggi Istituto Sperimentale per la Viticoltura). Della stessa nel 1931 assunse ufficialmente la direzione “per chiamata” abbandonando quindi l’insegnamento nella nostra scuola. In quegli anni, in collaborazione con Marescalchi, portò a compimento la monumentale “Storia della vite e del vino” in tre volumi. Nel 1939 lasciò Conegliano per andare a dirigere la Facoltà di Agraria dell’Università di Torino.

Nel 1949 fondò “L’Accademia Italiana della Vite e del Vino”, continuando la sua attività di scrittore edassolvendo ad innumerevoli incarichi sempre nel campo agrario e vitivinicolo in Italia ed all’estero, da tutti considerato il decano degli studiosi di viticoltura nel mondo. 

Per i suoi meriti nei confronti della città di Conegliano, gli venne solennemente conferita la cittadinanza onoraria e intitolata a lui una via.